aipa

NOI SAPPIAMO INDIVIDUARE LE ANOMALIE DELLE VOSTRE CARTELLE O INGIUNZIONI DI PAGAMENTO.

Sapevate che ….

–  nelle ingiunzioni di pagamento vengono spesso inserite maggiorazioni illegittime?

Osservando il dettaglio delle vostre ingiunzioni troverete delle maggiorazioni ai sensi di una poco chiara “legge 689/1981”. Pochi sanno che quella legge, nell’ipotesi di ingiunzioni di pagamento su multe, non è applicabile perché in contrasto con un articolo del codice della strada, l’art. 203 c. 3;  quest’ultimo afferma che l’inutile decorso dei termini per l’azione di opposizione ai verbali rappresenti una ipotesi di deroga alla fatidica legge 689/1981, la quale non  sarebbe nel caso di specie applicabile. Quindi, quelle maggiorazioni così indicate nelle cartelle o nelle ingiunzioni sono illegittime.

–  l’addizionale Ex Eca, che spesso si trova nelle cartelle (ex Tarsu, oggi Tari)  è illegittima?

E.C.A. è la sigla per gli “Enti Comunali di Assistenza”. Tali Enti sono stati soppressi dalla legge con il passaggio delle funzioni sanitarie alle Regioni sin dal 1978. Per i Comuni che hanno richiesto il pagamento della TARSU per il 2013 e richiedono la TARI per il 2014, non può essere aggiunta l’addizionale ex ECA che comporta una maggiorazione del 10% del tributo per due motivi: 1) la legge 9 del 18.02.2009 (allegato 1 – voce 21996) ha abrogato la legge istitutiva dell’addizionale ex ECA . L’addizionale ex ECA di per sé viola l’art. 53 della Costituzione perché non è correlata ad alcun servizio. Pertanto si verifica un indebito arricchimento del Comune ed un prelievo ingiustificato dalle tasche dei cittadini. 2) anche quando si volesse considerare lecita la pretesa comunale per una forzata interpretazione di un orientamento della Corte dei Conti che farebbe pensare alla possibilità di un’applicazione dell’addizionale predetta alla TARSU 2013, quest’ultima dovrebbe trovare specifica disciplina all’interno del Regolamento Comunale, cosa che nel regolamento comunale non avviene.